Forza Italia accende i motori "Dimostriamo di essere grandi"

Forza Italia lancia ufficialmente la campagna elettorale in provincia di Varese e lo fa riunendo i candidati, i coordinatori cittadini e i referenti provinciali del partito al De Filippi di Varese. A lanciare la volata elettorale, la coordinatrice provinciale di Varese ed europarlamentare Lara Comi, il vice e consigliere regionale Luca Marsico, Nino Caianiello per Gallarate, il responsabile enti provinciali di FI Marcello Pedroni e Ciro Calemme per Varese. E anche i segretari e coordinatori cittadini dei comuni che a giugno andranno al voto e nei quali il partito di centrodestra è riuscito a formare una lista e presentare un candidato sindaco, in alcuni casi alleandosi con la Lega Nord, come a Varese, Gallarate e Busto Arsizio, in altri rifiutando l’unione con quella che Roberto Zaffaroni ha definito “Una Lega estrema e di derivazione lepenista”.

IMG_4836

Per Varese, presente il segretario cittadino Roberto Leonardi: “A Varese vedo una lista profondamente motivata ricca di giovani e con quattro uscenti dalla giunta che hanno scelto di rimettersi in gioco. Forza Italia non è tramontata, anzi è forte e a Varese ha avuto un ruolo aggregante. Dobbiamo dimostrare che il nostro è un partito dai grandi valori e grandi numeri”. Il candidato sindaco di Varese Paolo Orrigoni ha fatto una breve visita all’evento e ha salutato tutte le forze presenti “Questi giorni di campagna devono essere entusiasmanti e portarci alla vittoria al primo turno. Sostenete il cammino di tutte le forze di libertà che abbiamo in tutti i comuni”. Luca Marsico si raccomanda “Non dobbiamo permettere a Davide Galimberti di vincere”.

IMG_4851

“Sentiamo che i cittadini vogliono contenuti, proposte e risposte, e sono convinto che riusciremo a darle”, così si è espresso Moreno Carù, coordinatore cittadino di Forza Italia a Gallarate, insistendo sulla “necessità di riconquistare la fiducia dei gallaratesi a credere nel proprio territorio dopo gli ultimi cinque anni dell’amministrazione del centrosinistra di Guenzani. Questi 32 giorni sono il nostro rush finale: la campagna elettorale per noi è iniziata anni fa ed è portata avanti da un gruppo che ha avuto la capacità di rinnovarsi – continua Carù -. La nostra lista rappresenta il giusto connubio tra l’esperienza di consiglieri e candidati uscenti e la novità delle tante persone che si sono affacciate al mondo della politica con entusiasmo e competenza”.

Nel corso della serata è intervenuto anche Nino Caianiello, sottolineando “la crucialità di questo momento della vita politica, nel quale le elezioni amministrative stanno mostrando sempre più tensione sia all’interno del centrodestra sia nel centrosinistra”, e con la promessa che “in provincia di Varese ce la giocheremo tutta fino in fondo”. “Abbiamo il diritto e il dovere – continua Caianiello – di metterci alla guida dello scenario politico. Se riusciremo a essere eletti a Varese, Gallarate e Busto Arsizio, dopo la vittoria della Lega Nord a Saronno, in Provincia di Varese a settembre si voterà il nuovo consiglio provinciale”. E conclude: “Noi non siamo per la cadrega a tutti i costi, vogliamo agire nell’interesse della gente. Tanti si aspettano la vittoria al primo turno. Se così avverrà, sarà un successo grande e immediato, ma non dobbiamo comunque demordere nell’ipotesi del ballottaggio, ipotesi che porterà inevitabilmente a una tornata elettorale del tutto diversa”.

IMG_4846

Per Busto Arsizio, il coordinatore cittadino Alessandro Chiesa ha detto: “A Busto la situazione è particolare perché abbiamo Gigi Farioli come sindaco uscente dopo un’esperienza decennale. Siamo partiti con un leggero ritardo dato da primarie ma stiamo recuperando. La nostra lista è quasi al 50% femminile e molto rinnovata. Lavoreremo bene confermando il risultato delle primarie”.

Sulle primarie molto partecipate di Busto Arsizio si è espressa anche Lara Comi, lanciando una frecciata al centrosinistra (“Il Pd impari da noi come si fanno le primarie”). Comi ha invitato tutti a impegnarsi a scendere nelle strade e convincere gli elettori a votare per il centrodestra.

A Castellanza Forza Italia non appoggia la lega e corre con una propria lista che sostiene Paolo Colombo. Il motivo dato è il troppo radicamento su certe posizioni da parte della candidata della Lega. A Malnate il candidato Pavesi lamenta la partenza in ritardo e la difficoltà di riuscire a trovare un accordo con la Lega. A Caronno Pertusella il candidato sindaco Marco Seveso si pone come obiettivo quello di “ricucire un territorio sfilacciato”.

 

David Mammano e Camilla Malacarne

Seguici anche su:

Facebook www.facebook.com/gallaratealvoto
Telegram sul canale telegram.me/elezionigallarate
Newsletter: una mail alla settimana per conoscere quello che è successo. Iscriviti alle newsletter dedicate compilando il form all’indirizzo www.varesenews.it/newsletter
WhatsApp: servizio gratuito per riceverlo invia al numero 335 7876883 il testo ELEZIONI ON Gallarate

 

2 risposte a “Forza Italia accende i motori "Dimostriamo di essere grandi"

  1. GMT

    E adesso Cassani dica ancora che non è sostenuto da Caianiello a Gallarate con quella frase “non capisco cosa c’entri”.
    Ma va lá!!
    Se dietro tutto questo confluire di liste, listine, partiti, fiancheggiatori esterni alla coalizione, esattamente come nel 2011 mise insieme 11 diverse liste, non c’è ancora il noto personaggio intervistato dalle reti rai … mi metto in mutande in piazza.

  2. KIM

    Cassani avra’ un bel da fare a gestire l’ingestibile e l’indigeribile.
    Non basta il gaviscon in confetti !!!!!!!.

Rispondi a KIM Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *