Margherita Biffi coordinatore di Forza Italia Giovani Gallarate

«Stiamo vivendo un momento importante, i risultati dei sondaggi parlano chiaro: Forza Italia non è più forte come un tempo. Tuttavia, se ci sono ancora persone e, soprattutto, ragazzi giovani che credono in politiche di centrodestra e in tematiche che dovrebbero essere comuni a tutti, specialmente a chi con il buonsenso vuole governare, questo non può passare inosservato. È una piccola grande vittoria», così Moreno Carù, segretario cittadino e capolista di Forza Italia Gallarate, ha commentato la nomina di Margherita Biffi, candidata alle elezioni del 5 giugno nella lista di Forza Italia, a coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani per il Comune di Gallarate. «Ringrazio il coordinatore cittadino e il coordinatore provinciale per la nomina, ne sono onorata – ha detto Margherita Biffi -. Vogliamo portare avanti il nostro progetto con la speranza e l’intenzione di dare nuova vita e forza ai ragazzi gallaratesi. Siamo un gruppo affiatato, attivo e partecipe della vita cittadina sotto tutti gli aspetti e speriamo di crescere anche grazie alla campagna elettorale, che ci consente di mostrare il nostro attivismo a tutti. Siamo aperti e disponibili a collaborare con ragazzi di altre forze politiche».

«Si tratta di un passo importantissimo – continua Moreno Carù – anche nell’ottica del futuro del partito, che già 4 anni fa ha intrapreso un percorso di rinnovamento che continua concretamente con i fatti e con l’impegno che le persone impiegano. Ci piace la concretezza. Margherita Biffi e Martina Vignoli sono due giovani candidate nella nostra lista. Perché i giovani? Sono stati proprio i giovani ad aver richiesto questa possibilità e noi l’abbiamo accolta con molto favore, per il loro apporto importantissimo. Non si tratta, infatti, solo di idee diverse per una questione di età anagrafica, ma anche di un approccio particolare su tematiche non strettamente legate all’ambito giovanile. Una visione e una modalità di approccio alle problematiche problematiche diversa e riflessiva, capace di far sì che anche le generazioni più grandi si fermino a riflettere e ad accogliere positivamente le criticità modo diverso, sia per quanto riguarda la comunicazione sia per le lenti attraverso le quali guardano alcuni aspetti dei problemi anche dell’attuale amministrazione. Non solo il giovane che si occupa di cultura, sport, ecc. ma il giovane con idee legate anche all’amministrazione, alle opere pubbliche, all’urbanistica, al sociale finalizzato a una più corretta e uguale società. Siamo davvero soddisfatti di aver raggiunto questo obiettivo».

È intervenuto anche Giacomo Tamborini, coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani: «Vogliamo smentire l’idea dell’immaginario comune secondo cui i giovani sono estranei alla politica. Noi siamo la dimostrazione concreta dell’opposto: a questa tornata elettorale nei tre comuni più grandi, Varese, Gallarate e Busto Arsizio, ci sono giovani candidati, e sentiamo di dire che non siamo secondi a nessuno. La politica giovanile da tempo è connotata a sinistra, ma non è così: non ci sentiamo secondi ai Giovani Democratici, né tanto meno ai Giovani Padani. Non ci limitiamo a trattare di cultura, sport o svago, ma parliamo anche di sicurezza, di welfare, di lavoro… temi che possono essere erroneamente visti lontani dal mondo giovanile, sul quale però hanno un enorme impatto. A causa di politiche sbagliate di sinistra ci sono troppi giovani disoccupati, per non parlare dei tagli alla sicurezza. Voglio ringraziare molto Lara Comi e auguro a Margherita di fare un ottimo lavoro su Gallarate, con l’appoggio del coordinatore cittadino Moreno Carù».

Moreno Carù ha voluto infine cogliere l’occasione per una riflessione sullo scenario politico attuale: «I problemi esistono, la testa sotto la sabbia non serve e i ragazzi lo dimostrano con i fatti, mettendosi in gioco in prima persona, e oggi non è semplice, soprattutto all’interno dei partiti politici. Siamo in un momento storico in cui regna l’antipolitica e oggi trovare persone che intendono impegnarsi per il bene comune è la conferma che i partiti non sono solo bandiere e colori, ma innanzitutto sono persone. Oggi va tanto di moda il civismo, ma io mi chiedo: un civico è migliore? Io sono convinto di no, e mi dà veramente fastidio sentire parlare di civismo come se fossero loro gli unici custodi e detentori della moralità e dell’onestà; credo che sia pura ipocrisia, e i ragazzi lo dimostrano in prima persona, perché per migliorare i partiti occorre investire sulle persone, non sulle parole. Bisogna poi aggiungere che esistono anche i finti civici, coloro che hanno fatto politica per 40 anni sotto le vesti di un partito e che oggi se ne sono disfatti. Persone che oggi sono civiche, o meglio, che proclamano di essere tali. Credo che sia ipocrisia pura e, fortunatamente, a volte il cittadino non è né cieco né sordo».

 

 

Camilla Malacarne – Twitter @CamillaMalacarn

 

 

Seguici anche su:

Facebook www.facebook.com/gallaratealvoto
Telegram sul canale telegram.me/elezionigallarate
Newsletter: una mail alla settimana per conoscere quello che è successo. Iscriviti alle newsletter dedicate compilando il form all’indirizzo www.varesenews.it/newsletter
WhatsApp: servizio gratuito per riceverlo invia al numero 335 7876883 il testo ELEZIONI ON Gallarate

 

Una risposta a “Margherita Biffi coordinatore di Forza Italia Giovani Gallarate

  1. GMT

    “Governare con il buon senso”?
    Ma li hanno presi così giovani perchè non hanno memoria storica della politica dissennata di centrodestra delle amministrazioni Greco e Mucci dirette da Caianiello?
    Rinjovo l’invito a tutti i giovani candidati a rimboccarsi le maniche e mettersi a disposizione per cancellare i graffiti dai vicoli del centro, adottare le aiuole in cerca di manutentori, … altrimenti quelli che se ne occupano sono sempre quelli di sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *