Cassani e il nome di Caianiello: "accostamento strumentale"

«Qualcuno inizia ad avere paura e, per tentare di danneggiare la coalizione di centrodestra, tira fuori schematismi ridicoli ancorché palesemente non veritieri». Così Andrea Cassani e la coalizione di centrodestra, formata da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega Civica, Gente di Gallarate, Gallarate Onesta e Libertà per Gallarate, che sostiene la sua corsa alle elezioni di giugno rispondono all’associazione del nome del candidato sindaco con le vicende riguardanti il dirigente forzista Nino Caianiello.

«L’accostamento strumentale è volto a tentare di screditare l’autonomia del leader di centrodestra e della coalizione tutta. Un tentativo bislacco che sa di “vecchia politica”, declinata da politicanti di vecchio corso», questa la risposta del candidato sindaco leghista Andrea Cassani. «La coalizione – continua – è formata da liste civiche e da tre partiti nazionali i quali hanno accettato di sostenermi poichè credono nella necessità di un progetto volto a rinnovare Gallarate, liberando la città dalla politica dei politicanti per guardare al futuro senza le ipocrisie e le sbavature dell’amministrazione degli ultimi cinque anni. Si tratta di partiti che sono stati protagonisti nella storia recente di un reale rinnovamento sia dei protagonisti cittadini sia del modo di fare politica».

«Forse qualcuno, per nascondere insuccessi, mediocrità, grigiore, incapacità di fare e di rilanciare visti nei cinque anni appena trascorsi, ripeterà con poca fantasia gli slogan ad personam che hanno ammorbato i gallaratesi nella campagna elettorale del 2011, sperando di distrarre l’attenzione dei cittadini dai disastri che hanno portato la nostra città allo stato penoso in cui versa oggi. Tuttavia, i gallaratesi, anche coloro che si sono pentiti di aver votato l’attuale compagine, non sono così sprovveduti». E continua Cassani: «Si tratta di un modo cinico di affrontare la cosa pubblica, che lascia il tempo che trova e che di certo non giova ai bisogni della collettività».

«Nessun partito rinnega né rinnegherà le proprie battaglie politiche, men che meno quelle gallaratesi del 2011.
La novità, sgradita agli avversari politici, è che subito dopo il 2011 tutti coloro che amano Gallarate si sono impegnati in un profondo di rinnovamento. I nuovi e rinnovati vertici locali dei partiti avevano capito già due anni fa che per il bene dei gallaratesi occorre lavorare sui buoni progetti per il futuro della città, anziché rimanere legati a vecchi attriti e questioni personali».

«A Gallarate i cittadini italiani residenti devono avere la priorità sugli stranieri, la sicurezza non può essere una condizione elitaria e la cosa pubblica deve essere trasparente e non opaca come accade ultimamente. Abbiamo voltato pagina e ciò infastidisce i tanti rappresentanti della Prima Repubblica che siedono a Palazzo Broletto. La nostra coalizione è guidata da giovani competenti che vogliono cavalcare la modernità, intercettare i fondi comunitari per migliorare le performance finanziarie del Comune e, conseguentemente, l’offerta di servizi ai cittadini, che vogliono costruire e non distruggere o svendere i pezzi buoni della casa, che rigettano le pseudo lezioni di morale provenienti da chi con l’Ente pubblico ci ha lavorato negli ultimi 40 anni».

«L’Italia e Gallarate non possono più permettersi governi con il respiro corto come quello dell’attuale amministrazione. Tuttavia, la musica cambierà presto. Questi attacchi alla coalizione di centrodestra sono la dimostrazione della debolezza politica di chi li muove. Con la consapevolezza di aver deluso i gallaratesi non gli resta che arrampicarsi sui vetri inquinando acusticamente i cittadini con lo stridio delle loro unghie. Dimostreremo con i fatti il nostro amore per Gallarate e per i suoi beni, con le nostre conoscenze e le nostre competenze, con uno sguardo proattivo verso un futuro che non può essere gestito da vecchi arnesi della politica. Ma siamo certi che questo i gallaratesi lo hanno già percepito», conclude Cassani.

Camilla Malacarne

Seguici anche su:

Facebook www.facebook.com/gallaratealvoto
Telegram sul canale telegram.me/elezionigallarate
Newsletter: una mail alla settimana per conoscere quello che è successo. Iscriviti alle newsletter dedicate compilando il form all’indirizzo www.varesenews.it/newsletter
WhatsApp: servizio gratuito per riceverlo invia al numero 335 7876883 il testo ELEZIONI ON Gallarate

 

Una risposta a “Cassani e il nome di Caianiello: "accostamento strumentale"

  1. GMT

    Tutto il pezzo per fare rassegna con il varietà dei temi politici di centrodestra.
    Di fatto uno spot elettorale con cui si evita di rispondere della vicinanza o meno di certi personaggi ancora presenti nella politica gallaratese. Ma non in orima persona, naturalmente.
    E … Gianni rassegnati … sei la vecchia politica … ipxe dixit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *