Cassani risponde a Guenzani: "Siamo alla frutta"

«Vorrei dire a Edoardo Guenzani che ho frequentato ben tre anni di scuole medie all’ex Gerolamo Cardano, conosco quegli edifici e ho visto, anzi vissuto, i loro interni». Che il progetto della nuova biblioteca negli stabili di via Bottini fosse scomodo al candidato sindaco leghista si intuiva, ma stavolta a far saltare la mosca al naso di Andrea Cassani sono le dichiarazioni di Edoardo Guenzani sul progetto del centrodestra che prevede in quegli immobili la realizzazione di una RSA.

«Dei progetti su carta non ce ne facciamo un bel nulla», afferma Cassani. «La nostra speranza è che coloro che hanno constatato questa presunta impossibilità di realizzare la RSA non siano gli stessi che non ci hanno pensato due volte a prendere le distanze dal caso di via Montello, figuraccia made in Gallarate andata in onda sulla televisione nazionale. A dire il vero, credevamo, forse ingenuamente, che un ingegnere che ha collaborato alla restaurazione de La Fenice fosse in grado di ipotizzare una conversione di una struttura di quella natura in una RSA – dichiara sarcasticamente il candidato sindaco del Carroccio -, ma evidentemente così non è. Ci tengo poi a ricordare che il sindaco durante il dibattito al Melo disse che non era possibile aumentare il numero di posti delle RSA a Gallarate, peccato però che non sapeva quanti ce ne fossero. Sì, ho dovuto dirglielo io».

«E adesso, dopo che abbiamo dimostrato che è possibile creare posti per le RSA, dice che non possono essere accreditati. Siamo tutti a conoscenza delle finestre che la Regione apre periodicamente, comunque ciò non toglie che sia possibile realizzare una casa di riposo con posti non accreditati. Adesso se ne esce con discorsi strutturali inventati: dev’essere proprio alla canna del gas. A prescindere dal loro progetto della nuova biblioteca, personalmente trovo che sia scandaloso che un’amministrazione a un mese dalle elezioni indica una gara d’appalto dal valore di qualche milione di euro con l’apertura delle buste a cinque giorni dal voto. E questo vale per la biblioteca e per qualunque altro progetto. Non hanno fatto nulla per cinque anni e adesso hanno fretta di assegnare un appalto milionario? Forse non si rendono conto che i cittadini gallaratesi sono ben più svegli di lui».

 

CM

Seguici anche su:

Facebook www.facebook.com/gallaratealvoto
Telegram sul canale telegram.me/elezionigallarate
Newsletter: una mail alla settimana per conoscere quello che è successo. Iscriviti alle newsletter dedicate compilando il form all’indirizzo www.varesenews.it/newsletter
WhatsApp: servizio gratuito per riceverlo invia al numero 335 7876883 il testo ELEZIONI ON Gallarate

 

3 risposte a “Cassani risponde a Guenzani: "Siamo alla frutta"

  1. Sergio

    Magari è utile precisare che RSA significa Residenza Sanitaria Assistenziale. Non tutti sono tecnici esperti di acronimi!

  2. GMT

    Frutta e caffé.
    Nel 2011 il centrodestra si apprestava a cedere asset contrattuali di AMSC qualche giorno prima di andare al voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *